Lo stupore è una sposa

Ammantati da una luce che si arrosa
i muri delle case e gli occhi.
È il regalo dopo la pioggia,
come se dovesse piangere il cielo
per partorire la sua luce più bella.

Lo dicono tutti che dopo le lacrime
arrivano i sorrisi se si sa aspettare,
ma quando è questa luce a regalarsi
non si è mai abbastanza grati a
ciò che si crede un caso comunque,
come se quello che si aspetta
conservasse il peso e la forza del dono
nonostante l’ovvietà di un arrivo.
Perché, allo stesso modo,
non conserviamo stupore per noi,
per le nostre vittorie,
per quella spinta fino a rialzarci
sulla crosta dei nostri errori?
Non sappiamo piovere come il cielo.
E lo stupore è una sposa che non trova l’altare.

Gabriella Grande© “Lo stupore è una sposa”, 2016, Riproduzione riservata

 

(Poesia pubblicata dalla Redazione della Rivista UT su ilmondodiutblog)

Clicca sul link:

http://ilmondodiutblog.blogspot.it/2016/12/in-attesa-di-ut-la-sposa-gabriella.html#links

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...