Note critiche

L’Arte nasce dalla sofferenza che espressa nelle sue sfumature intense viene presentata a noi stessi. Nel nostro salotto interiore ci incontriamo e a volte auto-curiamo trovando chiavi di lettura nuove che dando senso laddove nn lo vedevamo ci rimargina la pelle ferita restituendole le sue funzioni di protezione e sensibilità. Questa raccolta poetica è testimonianza della possibilità di scelta di essere necessari a se stessi, piuttosto che autodistruttivi, a prescindere dalle buche o dalle fosse che incontriamo lungo la strada della vita. Il titolo scelto trasmette la sintesi armonica tra la bellezza dello strumento poetico e il coraggio della scelta personale. Un messaggio positivo di una trasformazione sempre possibile. Un libro sicuramente da comprare, un’esperienza sicuramente da vivere.

Felice Tursi (Psicoterapeuta-psicoanalitico dell’infanzia e dell’adolescenza)

Sono versi capaci di conquistare il lettore in modo trasversale. Limpidi componimenti, tradiscono quella luce che riflette la stessa Autrice, capace di emozionarsi, e di emozionare.

Paolo Arrivo (Giornalista e scrittore)